Il rosé più buono bevuto quest’anno, Puech-Haut

puech_haut_500

Questo è uno dei più buoni rosé che ho bevuto quest’anno, quasi certamente il più buono, probabilmente uno di più buoni che io abbia mai bevuto nella mia vita. Un rosé francese che viene dalla Languedoc, non dalla “solita” Provenza. Fatto con la classicissima accoppiata di mourvèdre e grenache. È il Tête de Belier 2017 di Château Puech-Haut.

Color petalo di rosa. Asciutto, col finale quasi tannico come mi aspetto di trovare un grande rosé. Teso, minerale, salato. Perfino imponente nella struttura, ma senza grassezze di frutto. Lunghezza interminabile, dinamicità assoluta. Chapeau.

Lo comprai on line a 23 euro, che non sono pochi, ma che sono strameritati.

Languedoc Rosé Tête de Belier 2017 Château Puech-Haut
(96/100)

In questo articolo

Scrivi un commento