Tovel’s, se il Trentino diventa patria di gin

tovel_gin_240

Udite udite, c’è un gin che nasce nel Trentino e che respira trentinità nei suoi profumi. Viene da Tassullo, che sta a una quindicina di chilometri dal lago di Tovel. È il Tovel’s Gin, un marchio delle Distillerie Valentini 1872.
Il sito internet dedicato al Tovel’s Gin dice che “nasce dall’originale selezione di nove botaniche trentine che incontrano in infusione di vapore il distillato puro prodotto in Trentino nel parco naturale dell’Adamello e del Brenta” e che “viene accuratamente miscelato con acqua di sorgente di Tovel”. Quanto alle varietà botaniche adoperate, eccole qui: fiori di sambuco, bacche fresche di ginepro trentino, semi di cumino dei prati (di montagna), radice di genziana alpina, gemme di pino mugo raccolte in Trentino in primavera, radice di angelica, frutti di corniolo, limoni del Garda trentino e corteccia di frassino orniello.
Com’è? Molto secco. Tra gli aromi botanici prevalgono il pino mugo, con la sua vena balsamica, e la genziana, leggermente amara. La persistenza è davvero notevole, ed è assai piacevole. Magari, ecco, l’alcol (45 gradi) è un po’ in rilievo. Per questo credo sia ideale soprattutto per la miscelazione. Ho in mente che con la tonica sia eccellente. Proverò.
Certo che per chi cerca un gin italiano questa è una buonissima soluzione.
Tovel’s Gin Distillerie Valentini 1872
(84/100)

In questo articolo

Scrivi un commento

1 comment

  1. Andrea Tibaldi Rispondi

    Be’, grazie per la segnalazione. Ci passo una 30ina di volte l’anno, da Tassullo, e non conoscevo la distilleria. Ci sono passato, ho assaggiato e comprato il gin. Davvero buono.