Pizza fritta e Champagne da Enzo Coccia

pizza_fritta_400

La pizza fritta fuori Napoli è poco conosciuta e quasi nessuno la propone. Invece a Napoli va moltissimo e per noi è uno dei piaceri della vita al quale ricorrere frequentemente. Nasce come cibo da strada nei vicoli del centro dove erano soprattutto le donne a preparala friggendo dal vivo in pentoloni posti sotto i grandi portoni dei palazzi. È famosissima la scena di Sophia Loren nel film “L’oro di Napoli” dove appunto prepara la pizza fritta sotto un portone ripetendo lo slogan ”mangi oggi e paghi tra otto giorni”, una operazione di marketing spontaneo e popolare che è andato molto forte.
In effetti è la pizza più povera, quella più facile da proporre in quanto non necessita dell’investimento del forno a legna, ma occorre solo un pentolone e una bombola di gas. Così le donne per aiutare il menage familiare si armavano delle poche cose necessarie per friggere la pizza e venderla ai passanti.
A Napoli la pizza fritta mette allegria e si mangia a tutte le ore del giorno. Ad una regola però, quella con le “tre c”, comme cazzo coce, nel senso che va fritta e mangiata bollente al momento. Viene poi riempita con ricotta, un po’ di fior di latte che fila, ciccioli di maiale e pepe nero. Una leccornia.
È ritornata molto in voga nelle pizzerie che negli anni scorsi l’hanno un po’ snobbata. Enzo Coccia è uno dei pizzaioli di spicco, forse il primo che ha cominciato a fare ricerca e studio delle farine, della lievitazione mirata ad ottenere una pasta estremamente soffice e leggera, quindi molto digeribile. Ora si è inventato il format “pizza e Champagne” nella nuova pizzeria ‘O Sfizio d’a Notizia”.
Vi chiederete cosa voglia dire. Sfizio nella lingua napoletana ha più significati fusi in un’unica parola: piacere, capriccio, desiderio. La Notizia è il nome della prima pizzeria di Enzo con forno a legna.
Sappiamo quanto le bollicine stiano bene con il fritto, da qui l’idea di dedicare uno spazio a questo abbinamento felice e gioioso – perché anche le bollicine mettono allegria e, in una città solare come Napoli, questo effetto è amplificato all’infinito. Il menù delle pizze fritte offre diverse varietà di gusti, alcuni tradizionali, altri pensati da Enzo, e per le bollicine ci sono anche etichette italiane.
O Sffizio d’a Notizia – via Caravaggio, 51 – Napoli – tel. 081 7142155

In questo articolo

Scrivi un commento