Febbraio, epidemia di anteprime in Toscana

anteprima_sagrantino_300

Manca poco ormai, credo che in tutto l’anno non esista un periodo tanto concentrato di anteprime come quello che si svolge nel mese di febbraio, una dura prova anche per i più allenati degustatori. La parte del leone è appannaggio della Toscana, ben otto intensi giorni, da sabato 11 a sabato 18, durante i quali giornalisti e operatori assaggeranno centinaia di vini spostandosi tra Firenze, San Gimignano, Montepulciano e Montalcino.
Ecco la sequenza.
Sabato 11 febbraio 2017
Firenze, Fortezza da Basso, Padiglione Cavaniglia – Anteprime dei Consorzi: Morellino di Scansano, Montecucco, Maremma Toscana, Cortona, Carmignano, Valdarno di Sopra, Bianco di Pitigliano e Sovana, Colline Lucchesi, Orcia, Val di Cornia e Isola d’Elba.
Alle ore 10 si svolgerà la conferenza stampa-workshop “Vini e territori toscani: la percezione all’estero”, mentre alle ore 15 ci sarà la degustazione guidata “Alla scoperta delle denominazioni toscane”.
Domenica 12 febbraio 2017
Firenze, Fortezza da Basso – Chianti Lovers Anteprima 2017. Il programma prevede orari differenziati: dalle ore 9.30 l’ingresso è aperto ai giornalisti, operatori del settore e sommelier; dalle ore 16 alle ore 21 si apriranno le porte al pubblico con i vini di oltre 100 aziende in degustazione.
Lunedì 13 e martedì 14 febbraio 2017
Firenze, Stazione Leopolda – Chianti Classico Collection: il nome non è stato scelto a caso, infatti sarà possibile degustare non solo le nuove annate di Chianti Classico, Chianti Classico Riserva e Chianti Classico Gran Selezione, ma anche quella già in commercio e una selezione delle annate passate, in pratica svariate centinaia di vini!
Già arrivare fino a qui è un bel traguardo, ma siamo ancora all’inizio…
Mercoledì 15 febbraio 2017
San Gimignano (Siena), Museo di Arte Moderna e Contemporanea De Grada – Anteprima Vernaccia di San Gimignano: saranno protagoniste la Vernaccia 2016 e la Riserva 2015, ma anche alcune annate precedenti, una settantina di vini di 38 aziende. A corredo dell’anteprima, alle ore 10.30 nella Sala Dante del Palazzo Comunale, si svolgerà la degustazione “San Gimignano incontra La Clape; la Vernaccia e il Bourboulenc”, presentata nientemeno che dalla Master of Wine Rosemary George.
Giovedì 16 febbraio 2017
Montepulciano (Siena), Fortezza – Anteprima Vino Nobile di Montepulciano 2014 e Riserva 2013 (anche in questo caso è possibile degustare alcune annate precedenti). Alle ore 14.30 degustazione di annate storiche: 50 anni di Nobile di Montepulciano.
Venerdì 17 e sabato 18 febbraio 2017
Montalcino (Siena), Chiostro Museo di Montalcino – Benvenuto Brunello: sarà possibile degustare il Brunello 2012 e Riserva 2011, il Rosso di Montalcino 2015, il Moscadello di Montalcino e il Sant’Antimo. Anche in questo caso si tratta di alcune centinaia di etichette…
Per i sopravvissuti
I sopravvissuti a questa lunghissima kermesse, potranno continuare a farsi del male spostandosi in Romagna, presso il Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza, dove lunedì 20 si svolgerà Vini ad Arte, Anteprima del Romagna Sangiovese.
Infine martedì 21 altro spostamento, in Umbria, nella Sala Consiliare di Montefalco (Perugia) si svolgerà l’Anteprima Sagrantino 2013, nelle versioni “secco” e “passito”, affiancati dalla retrospettiva “Sagrantino Vintage”, annata 2007.
Chi arriverà in fondo a questa maratona eno(ma anche gastro)logica non vincerà nulla, ma potrà fare lo sborone dicendo di avere degustato più di 1000 vini in dieci giorni.


Scrivi un commento