Non credete a chi dice che il Cabernet Franc è erbaceo

75_cl_terroir_500

Certe affermazioni che sento fare talvolta mi fanno proprio sbuffare. Per esempio la storia dei Sauvignon che dovrebbero sapere di pipì di gatto. Oppure la faccenda che i Cabernet Franc sarebbero erbacei. Vero l’uno e vero l’altro, se i due vini son fatti in territori non vocati per quei vitigni o se le uve non sono del tutto mature quando vengono vendemmiate. Palle, invece, se siete in una zona di quelle giuste e se in vigna si lavora nella maniera ideale.

Prendiamo questo rosso fatto col cabernet franc nella Loira, nell’appellation di Saint Nicolas de Bourgueil, il 75 cl de Terroir del domaine La Chevallerie di Gaëtan Bruneau. Là è proprio terra perfetta per il franc. Bene, se ci trovate qualcosa di erbaceo in questa bottiglia, allora non è lo stesso vino che ho bevuto io. Perché il mio era frutto e frutto e frutto, col plus di una bella acidità che rendeva scattante il sorso. Un vino gastronomico, di quelli che al primo bicchiere fai subito seguire il secondo quando lo stappi per metterti a tavola. Lo farei assaggiare obbligatoriamente a tutti quelli che ancora predicano assurdi luoghi comuni.

A proposito, di plus ce n’è anche un altro, ed è il prezzo. On line l’ho comprato a una dozzina di euro. Credo che l’annata 2017 non sia più disponibile. Della 2018 (che non ho però provato), se ne acquistate sei bottiglie vedo che le pagate neanche 9 euro l’una. Dove lo scoprite da soli su Google.

Saint Nicolas de Bourgueil 75 cl de Terroir 2017 La Chevallerie
(88/100)

In questo articolo

Scrivi un commento