Quando la Valpolicella è territorialità e finezza

maternigo_vigneto_500

Ci sono, nell’esteso territorio della denominazione d’origine della Valpolicella, alcuni vini che a mio avviso stanno ponendo le basi di una propettiva enologica che va al di là dell’Amarone, e non perché l’Amarone debba conoscere crisi, quanto perché non può essere la sola tecnica dell’appassimento a dominare un’area come questa, pena lo smarrimento identitario. Sono, questi capifila, vini che poggiano su due coincidenti chiavi interpretative, quella della territorialità e quella della finezza.

Uno di questi vini che aprono nuove prospettive alla realtà valpolicellese viene da una vigna bellissima e scoscesa che sta nel tratto orientale della denominazione, tra Tregnago e Mezzane di Sotto. È la vigna di Maternigo, che la famiglia Tedeschi, insediata ab origine nell’area classica, venne ad acquistare lì ad est nel 2006.

Ebbene, il Valpolicella Superiore Maternigo mi si conferma anno dopo anno un fuoriclasse – sì, propriamente un fuoriclasse – in termini di eleganza e di senso di appartenenza. Se ne cogli l’essenza del sorso e vai vedere la vigna t’accorgi che il vino vi si identifica perfettamente, con quella sua indole alpestre, quel suo movimento verticale, quel suo frutto succoso intriso di memorie balsamiche. Maternigo è così, il Maternigo è così.

Durante una recente visita in azienda, ho sentito Riccardo Tedeschi affermare che il suo obiettivo, nei vini che fa, è quello di esaltare le caratteristiche di ogni singola parcella di vigna per poi fonderle assieme nella cuvée. Una strada obbligata, perché nelle uve della Valpolicella – sono parole sue, che benedico – “non abbiamo grande colore o grandi tannini, e quindi bisogna cimentarsi con i caratteri aromatici dell’uva”. Ovviamente questo vale soprattutto proprio per il Valpolicella, dato che sull’Amarone influisce il processo d’appassimento delle uve. Il che mi conferma nella considerazione d’eccellenza del percorso intrapreso dalla famiglia Tedeschi sulle uve di Maternigo.

Chapeau.

Valpolicella Superiore Maternigo 2016 Tedeschi
(95/100)

In questo articolo

Scrivi un commento