Coca-Cola & Torcolato, sogno o realtà?

strada_torcolato_fb_300

Questo testo, che riporto integralmente sotto, l’ho trovato sulla pagina Facebook della Strada del Torcolato. È un loro commento a corredo di un post su una degustazione organizzata per la stampa specializzata in occasione della manifestazione “Prima del Torcolato DOC Breganze”. Ci sono anche le foto. Hanno servito ai partecipanti il Torcolato di Maculan, il Breganze Rosso di Zonta, la Birra Peroni in vetro, e tenetevi forte, la Coca-Cola in bottiglia di plastica. Tutto questo abbinato a varie stagionature di formaggio Asiago Dop. L’evento si è svolto nella Cantina Maculan di Breganze (Vicenza).
Ecco cosa dice il testo. «Alla degustazione, introdotta dall’Accademico della cucina Claudio Ronco e condotta dal sommelier Paolo Lauciani, partecipano Fausto Maculan per la Strada del Torcolato e Luca Cracco per il formaggio Asiago. Maculan sottolinea come a queste degustazioni si sia sempre cercato di dare un’impronta “scientifica”: negli anni scorsi il tema è stato quello delle muffe mobili, come nel caso dell’abbinamento con il Gorgonzola; oggi tocca all’Asiago, che è “parte di noi”. Per Lauciani è da rifiutare l’abbinamento del formaggio con mieli o confetture: il matrimonio d’amore è con il frutto nel bicchiere di vino. Maculan ha ricordato come la Coca-Cola non è nata per l’uso che oggi se ne fa; era proposta come bevanda medicamentosa nei mercati dai piazzisti con “spalle” tra il pubblico. Al banco di prova, al di là della grande zuccherinità, l’abbinamento con la Coca-Cola lascia perplessi per il caramello finale, che cancella completamente gli aromi del formaggio. Meglio la birra, anche se standard: poco amara, se ne apprezza il cereale tostato, che ben si accompagna specialmente con l’Asiago Mezzano. Bene il rosso, anche se il tannino, pur molto morbido e particolarmente gradevole come in questo caso, tende a sovrastare la delicatezza del formaggio. Meglio di tutti, ça va sans dire, risulta il Torcolato, che si sprigiona in bocca dopo l’assaggio del formaggio ma lo lascia riemergere dolcemente, sposandovisi alla perfezione, soprattutto nel caso dello Stravecchio (qui Prodotto della Montagna).»
Pagherei oro per sapere cosa hanno provato i sommelier a servire Coca-Cola in plastica ai partecipanti.


Scrivi un commento