Amarone, l’appassimento scende al 40% per il 2016

uva_appassimento_240

È del 40% la percentuale delle uve valpolicellesi che potranno essere “messe a riposo” nella vendemmia 2016 per produrre Amarone e Recioto (per quel poco che se ne fa, di questo secondo vino). Il disciplinare di produzione permetterebbe di porne in appassimento una percentuale fino al 65%, ma quest’anno il Consorzio di tutela della Valpolicella ha deciso di scendere molto più in basso, e la Regione Veneto ha approvato.
“Si tratta di una decisione – spiega l’assessore all’agricoltura Giuseppe Pan – assunta in considerazione della situazione congiunturale e tenuto conto delle disponibilità dei vini attualmente in fase maturazione. Con questa operazione di contenimento del quantitativo delle uve da destinare all’appassimento nella misura massima del 40%, si intende assicurare anche per il futuro redditività ai produttori vitivinicoli attraverso una maggiore stabilità dell’offerta delle due docg. Nel contempo, la Regione Veneto impegna il Consorzio di tutela a predisporre con tempestività l’analisi dei meccanismi produttivi, recependo così le indicazione delle organizzazioni professionali di categoria appositamente convocate a Verona”.


Scrivi un commento