Una cucina solida e sicura, La Casa degli Spiriti

casa_spiriti_300

Questo è l’ultimo fine settimana per chi voglia provare i menù del ristorante La Casa degli Spiriti, una stella Michelin, a Costermano, nell’entroterra veronese del Garda, e la vista verso il lago da qui è straordinaria, semplicemente straordinaria. Poi Federico Chignola e la moglie Sara faranno partire i lavori di ristrutturazione. Dopo vent’anni di attività si rifarà il ristorante, si creerà una nuova area bistrot e soprattutto si realizzerà un nuovissimo hotel 5 stelle lusso. Ma questo è il futuro. L’attualità sono i piatti dello chef Paolo Cappuccio.
Ho provato il suo menù “di terra”, quella titolato “un territorio da scoprire”. L’altro è di pesce, si chiama “sogno Mediterraneo”.
Dicevo che ho provato il menù terragno e ne sono stato contento. C’è una sicurezza, c’è solidità. Già a partire dal carpaccio di fassona piemontese accompagnato dal tartufo nero, dal pecorino e da una presenza discreta e apparentemente decorativa, ma in realtà essenziale, di aceto balsamico tradizionale riserva, che unisci tu a tuo piacimento, passando la lama del coltello, per declinare l’insieme più o meno verso l’acidità. Notevole.
Poi, un’avvincente crema fredda alla mela verde e zenzero, con foie gras croccante e pane al cardamomo tostato, e quell’inno ai sapori italiani che è il tortello di sfoglia ripieno di mozzarella di bufala campana, freddo di pomodoro, gelo di basilico e polvere di olive taggiasche. D’impronta classica il maialino croccante con la riduzione all’Amarone.
Ristorante La Casa degli Spiriti – via Monte Baldo, 28 – Costermano (Verona) – tel. 045 6200766 

In questo articolo

Scrivi un commento