Ca’ del Faggio a Guia

ca'del faggio

Ed anche questo giorno mi ha regalato sorprese, gioia e tanto amore. Seguo un amico in visita a un produttore di Prosecco Superiore e torno a casa col sorriso. Mi piace tutto! Il vino, l’etichetta, il nome dell’azienda, l’ambiente ma, soprattutto, le persone. La mia sfacciataggine aiuta a tirar fuori ciò che non si legge sul sito o nella brochure. La mia empatia, invece, mi fa cogliere il non detto. Quanta bellezza si nasconde tra i filari di un vigneto di ottant’anni! C’è il profumo della vita, del rispetto, dell’amore per le proprie origini che sono radici di un albero, in questo caso un faggio, che si colora di emozioni, impegno e sentimenti. “Metterci il cuore” non è solo un modo di dire. Mi sono innamorata. Ringrazio Ivan Spagnol per avermi aperto finestre e porticine di Ca’ del Faggio a Guia, dove l’aria profuma di autunno e le poiane vengono a salutare.


Scrivi un commento