Pomodoro e Basilico, la pizza secondo Patrick Ricci

pomodoro_basilico_300

Ecco, a me la pizza di Patrick Ricci piace un sacco. Certo, è innovativa, è una di quelle pizze “gourmet” che magari fanno discutere gli iper tradizionalisti, ma quelli li invito a provare anzitutto la doppia versione della Margherita, quella “secondo la storia” e quella “a modo mio”, e non credo proprio che possano avere qualcosa da ridire.
Credo che i punti di forza di Pomodoro e Basilico, il locale di Patrick Ricci a San Mauro Torinese, una manciata di chilometri fuori Torino, siano soprattutto due, e sono l’impasto e le materie prime.
Il segreto dell’impasto? “Nessun blend o miscela – scrive Ricci sul suo sito -, solo farine naturali macinate a pietra, che utilizzo per creare le due tipologie di impasto che propongo, uno di grano e uno di farro. E poi acqua, sale, lievito madre o di birra, in funzione degli impasti, e un processo di lievitazione che va da un minimo di 24 a un massimo di 48 ore”.
Le materie prime, quelle Ricci se le va a cercare in giro per l’Italia, portandole poi, con misurato equilibrio e con sapienti assemblaggi, sulle sue pizze. Del resto, questa qui è, nell’insegna, una “officina artigianale della pizza”, e dell’artigianalità conserva e valorizza il sapere. Encomio solenne, poi, per l’olio extravergine – da concorso, da premio – che viene dagli olivi di famiglia in Ciociaria.
E che ci si beve con la pizza? Ci si beve birra artigianale o vino, e di vino ce n’è parecchio, con una lista di quelle dove non è assolutamente difficile andare a pescare belle etichette (evviva).
Pomodoro e Basilico – via Martiri della Libertà, 103 – San Mauro Torinese (Torino) – tel. 011 897 3883

In questo articolo

Scrivi un commento