Al Cacciatore a Prada, buona economica semplicità

cacciatore_prada_500

A Prada non ci si passa mica per caso. Non c’è niente oltre Prada, o meglio, c’è la montagna, che non è mica niente. Intendo che non c’è strada che prosegua per le macchine. Ci si va se ci si vuole andare e basta.

Prada Bassa è una località del comune di San Zeno di Montagna e un po’ più in alto Prada Alta è condivisa tra San Zeno e Brenzone. Siamo sul monte Baldo, dal lato che si affaccia verso il lago di Garda. Solo che dal Garda a salire fin qui, intorno ai mille metri di altitudine, c’impieghi tre quarti d’ora di macchina.

Salendo da San Zeno, dopo tornanti e pascoli, s’incontra il cartello di Prada (siamo in Prada Bassa) e poco dopo un piccolo albergo, Il Cacciatore, che ha anche un ristorante, e a quel ristorante vi consiglio una sosta, perché si può mangiarci una cucina semplice, di casa, a prezzo ultrapopolare.

Avrei dovuto consigliarlo per i giorni della calura estiva. Lassù fa fresco, parecchio, la sera. Ci vuole la felpa (e la prenotazione) se si vuol mangiare fuori, sul terrazzino. Dentro in genere si trova facilmente: grande sala da albergo di montagna.

Qualche esempio? Il piatto forte è la costata ai ferri, carne fornita da un macellaio della zona (quattro etti a 15 euro, soltanto). Poi, i canederli al burro e salvia, le tagliatelle con il ragù di di funghi, il capriolo in umido con la polenta, lo stracotto di asino (eccellente), la carne salà scottata, il galletto ruspante. Porzioni generose, fin troppo. Dimenticavo: la torta di mele, la mia preferita. Ah, e in ottobre c’è il menù a base di castagne.

Alessandra, la titolare, nel ricordare in prima pagina del menù che la famiglia Turcato quel locale lo gestisce dal 1913, augura buon appetito. Sarà l’aria fresca, ma l’appetito qui è sempre buono.

Pochi vini, pazienza. Tuffatevi sul cibo.

Albergo Ristorante Al Cacciatore – via Prada, 5 – San Zeno di Montagna (Verona) – tel. 045 7285139

In questo articolo

Scrivi un commento