Amarone, i 10 più famosi al mondo

masi_costasera_240

Ecco che ormai è imminente l’Anteprima dell’Amarone, e stavolta, il 31 gennaio e il primo febbraio, a Verona è di scena l’annata 2011. Ma quali sono le dieci etichette di Amarone più famose al mondo? Stilare graduatorie è sempre difficile, e ogni criterio può essere tacciato di arbitrarietà. Allora ho provato ad affidarmi ad una valutazione “terza”: la classifica di “popolarità” dei vini di Wine Searcher, il portale di ricerca più potente al mondo per i vini in vendita on line, e quando dico on line intendo shop virtuali, enoteche con un loro negozio, e anche aste.
Ora, va chiarito che la “popolarità” di un vino viene ricavata da Wine Searcher sulla base di “how frequently it is searched for”, quanto spesso lo si cerca. Il tutto basato su milioni di ricerche mensili. Quelli del portale dicono che ogni giorno viene effettuato più di un milione di ricerche. Cavolo!
Dunque? Dunque l’Amarone più “popolare” sull’orbe terraqueo è il Costasera di Masi, che è alla posizione 166 nella classifica assoluta.
Dei dieci Amarone top di Wine Searcher, pochissimi saranno in degustazione all’Anteprima. Ci saranno solo quelli di Bertani e Cesari. Quintarelli e Dal Forno sono – come dire – assenti giustificati, visto che i loro 2011 chissà quando vedranno la luce. Gli altri fanno parte del gruppo delle Famiglie dell’Amarone, che l’Anteprima la disertano.
Di seguito la top 10 dell’Amarone per “popularity” su Wine Searcher. Il numero indica la posizione assoluta.
1 – Masi, Amarone della Valpolicella Classico Costasera, 166
2 – Giuseppe Quintarelli, Amarone della Valpolicella Classico, 191
3 – Bertani, Amarone della Valpolicella Classico, 211
4 – Tommasi, Amarone della Valpolicella Classico, 281
5 – Romano Dal Forno, Amarone della Valpolicella Vigneto Monte Lodoletta, 293
6 – Allegrini, Amarone della Valpolicella Classico, 294
7 – Zenato, Amarone della Valpolicella Classico, 425
8 – Gerardo Cesari, Amarone della Valpolicella Classico, 658
9 – Giuseppe Quintarelli, Amarone della Valpolicella Classico Riserva, 768
10 – Tedeschi, Amarone della Valpolicella Classico, 1266
Visto che solo due fra le etichette di Amarone più ricercate saranno disponibili all’Anteprima veronese, ho provato a fare un’altra ricerca, e cioè stilare, sempre attraverso la graduatoria di Wine Searcher, la classifica dell’Amarone top 10 limitando l’analisi solo ai 64 produttori che proporranno i loro vini all’appuntamento veronese.
Ecco cosa ne viene fuori, con due avvertenza: il primo numerino dopo il nome del vino indica la posizione nel ranking globale, mentre il secondo indica la posizone nella sola graduatoria totale dell’Amarone. Giusto per fare un esempio: l’Amarone Giacomo Montresor è al posto 2951 assoluto, ma al posto 22 fra le sole etichette totali di Amarone.
1 – Bertani, Amarone della Valpolicella Classico 211 – 1
2 – Gerardo Cesari, Amarone della Valpolicella Classico, 658 – 8
3 – Bolla, Amarone della Valpolicella Classico, 1353 – 11
4 – Sartori, Amarone della Valpolicella, 1572 – 12
5 – Cantina Valpolicella Negrar, Amarone della Valpolicella Classico, 2520 – 19
6 – Giacomo Montresor, Amarone della Valpolicella, 2951 – 22
7 – Giuseppe Campagnola, Amarone della Valpolicella Classico, 3289 – 24
8 – Santa Sofia, Amarone della Valpolicella Classico, 3430 – 25
9 – Santi, Amarone della Valpolicella, 3610 – 26
10 – Farina, Amarone della Valpolicella, 3625 – 27
Insomma, all’Anteprima ci saranno dieci etichette di Amarone fra le ventisette più ricercate su Wine Searcher. Se ci spingiamo fino alla trentesima etichetta più cercata nel portale, troviamo un undicesimo Amarone presente all’Anteprima, ed è quello di Pasqua, numero 3746 in assoluto e numero 28 nella top dedicata al solo Amarone.


Scrivi un commento

2 comments

  1. Gianluca Marchesi Rispondi

    Salve sono luca appassionato bevitore e collezzionista di amarone valoolicella… Detengo nella mia frigo vetrina differenti annate della cantina Bertani a partire dal 1964… Vorrei sapere se ora il mercato cerca tali prodotti.. Grazie

    1. Angelo Peretti

      Angelo Peretti Rispondi

      Un buon vino può sempre avere mercato, ma occorrono garanzie sullo stato di conservazione in tutto in ciclo di vita della bottiglia, che un privato raramente può dare, purtroppo.