Zucca cedrina o anguria bianca

anguria bianca

Mi gratifica ogni nuova scoperta, mi emoziona davvero. C’è così tanto da conoscere che mi chiedo come si possa mangiare sempre la stessa cosa giorno dopo giorno. Ci sono cucine casalinghe, dove si passa dalla pasta al pomodoro alla cotoletta con patatine fritte e poi si ricomincia dalla pasta al pomodoro. Io muoio, se entro nel giro delle abitudini. Sarà per questo che oggi sono rinata. Sono arrivata a Custoza per degustare Custoza doc, e ho assaggiato, per la prima volta, il broccoletto di Custoza fritto, servito nel cono di carta gialla e mangiato con le mani, come piace a me, poi mi sono sorpresa della cremosità e leggerezza dei tortelli ripieni di broccoletto. La novità, che, in seguito, mi ha fatto andare in cerca d’informazioni più precise, è stata l’anguria bianca parcheggiata sul mobile nella sala dell’agriturismo Le Bianchette. Non l’avevo mai vista, eppure lì, nell’azienda agrituristica, ci fanno la mostarda e me ne hanno anche regalato un vasetto. Si chiama zucca cedrina. Assomiglia all’anguria estiva soltanto per la screziatura della buccia. L’anguria bianca si raccoglie da fine settembre e si conserva per diversi mesi in un locale areato. Non si può consumare come frutto ma mi confermano che sia speciale come mostarda o marmellata. Ve lo saprò dire.


Scrivi un commento