Voglio ancora quel formaggio irlandese

durrus_240

Jeffa Gill cominciò a produrre formaggio nel 1979. Non so come le sia venuta l’idea o perché. Però benedico quella data e quell’idea, avendo potuto assaggiare il suo splendido formaggio al Salone del Gusto. Si chiama Durrus Irish Farmhouse Cheese. Un formaggio a latte crudo della valle di Coomkeen, sulla penisola della Sheep’s Head, a West Cork, nel sud-ovest dell’Irlanda. Il latte viene da due piccole fattorie della zona. Le vacche stanno all’aperto, nei pascoli in riva all’oceano, per nove mesi l’anno. Il formaggio, il Durrus, viene fatto solo col latte della vacche al pascolo.
Ha un profumo di latte e di nocciole e di fiori estivi e di spezie finissime e direi perfino di piccoli frutti di bosco. Più morbido, nella consistenza e nel gusto, da giovane, più fruttato man mano che avanza nell’affinamento.
Delizioso. Non ho saputo resistere e ne ho comprato un bel pezzo. Peccato non averne preso di più. Peccato dover aspettare chissà quando per averne ancora.
Voglio ancora quel formaggio irlandese. Lo voglio.

In questo articolo

Scrivi un commento

1 comment

  1. Andrea Tibaldi Rispondi

    Un amico in gioventù si era messo a importare formaggi dal Regno Unito e dall’Irlanda. E sì, aveva anche il Durrus. Purtroppo col formaggio (inglese, poi…) in Italia è difficile fare business. Oggi importa birra e va alla grande. Ma il Durrus, ahimè, rimane là in Irlanda.