Il Villero Riserva 2009 di Vietti, un monumento

vietti_240

Tra i più buoni Barolo assaggiati in questi ultimi anni metto senza esitazioni questo Villero Riserva del 2009 di Vietti. Un’etichetta che esce solo nelle annate più grandi, per la precisione ha visto la luce undici volte in 44 anni.

Il cru è uno dei più interessanti del comune di Castiglione Falletto, Brovia ad esempio vi produce un vino tra i più eleganti e profondi.

Il suolo è prevalentemente argilloso con presenza di marne bianche e blu.

La versione di Vietti riesce a coniugare l’eleganza del cru alla potenza tipica del millesimo. I tannini non si nascondono, sono parte integrante dell’insieme e partecipano alla complessità gustativa. Non è sprecata la definizione di vino minerale, il goudron fa già capolino e ci fa presagire cosa sarà questo monumento tra venti, trenta o forse cinquant’anni. Se lo caraffate rapidamente, però, lo potrete apprezzare anche giovane.

Perché privarsene?

Barolo Villero Riserva 2009 Vietti
(97/100)

In questo articolo

Scrivi un commento