VII Hills, il gin romano

vii_hills_240

Il VII Hills è un London Dry Gin, nel senso che quello è lo stile. Viene distillato nel Regno Unito, ma l’idea è italiana, e anche gli autori, e pure l’ispirazione. Nel senso che è figlia d’un piccolo team di bartender italiani che hanno accumulato esperienze internazionali, e sono adesso i mixologist del Mr Fogg’s, uno dei cocktail bar più in voga a Londra. Italiano poi è anche l’aroma, e il richiamo ai sette colli di Roma non è mica casuale, ché l’innovativa commistione di botanical (una dozzina) è in buona parte quella che appartiene alla tradizione romana, appunto, e dunque ci sono carciofo, semi di finocchio, alloro, arancia rossa, coriandolo, melissa, salvia, lavanda, sedano, corinoli comune e cerfoglio, oltre al ginepro, ovvio.
Secco, ha proprio nel carciofo il suo tratto caratteriale, ma è rinfrescante l’apporo del finocchio, dell’alloro, del sedano. A me piace parecchio anche da solo, mi intriga quella sua italica atipicità, ma lo vedo gran bene in un gin tonic delle sere in cui hai voglia di un tuffo nei profumi mediterranei (cosa che accaduta a me, in una serata romana).
Sono 43 gradi.
VII Hills London Dry Gin
(88/100)

In questo articolo

Scrivi un commento