Valinière 1999, quando il Faugères invecchia bene

valiniere_400

Una cuvée confidenziale a maggioranza di mourvèdre, prodotta da uno dei paladini dei vini naturali in Francia, Leon Barral. Se andate in cantina vi potrete rendere conto dell’ambiente selvaggio che caratterizza Faugères, e forse questo vi aiuterà a capire la forza di questi vini.

Giusto per ripetermi, il suo Faugères Valinière 1999 è un vino selvaggio e indomito, nonostante la patina del tempo. Ricco sì, ma anche fine. Grande presenza aromatica, cuoio, tantissime erbe spontanee, balsamico. La leggera presenza di volatile non è un problema ma amplifica ulteriormente i profumi. Continua con un frutto dolce che sfuma in ricordi di pietra calda. Il carattere sudista non si nasconde per niente. Finale di composta di prugna, spezie dolci, cenere e confettura di lamponi.

Chi ha detto che i vini di queste zone non invecchiano bene?

Faugères Valinière 1999 Leon Barral
(91/100)

In questo articolo

Scrivi un commento