Un’espressione fredda e atlantica dello chardonnay

ecu_faust_400

Conosciuto per i suoi magnifici Muscadet, il Domaine de L’Ecu è tra i portabandiera del vino naturale in Francia. Tra le varie cuvée a base di melon de Bourgogne, da queste parti ci si diverte anche a fare vini totalmente improbabili, prodotti in piccolissime quantità. Più per divertimento che per fare cassa. Tra le altre cose ci sono dei pinot noir, dei cabernet franc, della folle e altro, tutti in piccoli lotti e con lavorazioni particolari.

Gli amanti delle cose più strane hanno qui pane per i loro denti. In questo caso parliamo di uno chardonnay che esce come Vin de France, dell’anno 2013 (non si può dichiararlo chiaramente in etichetta, così usano i numeri romani), e vinificato in anfora con macerazione sulle bucce per sette mesi e senza solforosa. Il risultato è un vino che parla molto poco della sua varietà, ma che esprime con decisione il suo terroir. Ricorda insomma più un muscadet che uno chardonnay, ha leggerezza, finezza e una lunghezza che deriva dal particolare affinamento. La parte tannica non prevale, è bene integrata e contribuisce a donare una notevole complessità al liquido. Una espressione fredda e atlantica dello chardonnay da provare assolutamente.

Vin de France Faust Cuvée MMXIII Domaine de L’Ecu
(90/100)

In questo articolo

Scrivi un commento