Una bella sorpresa

quadro_elisa_400

Vent’anni fa arredando casa ho appeso senza troppa attenzione i pochi quadri che avevo. Successivamente i quadri sono aumentati: qualcuno comprato, altri ricevuti in dono, i più recuperati dalla casa dei miei genitori.

Sostituendo la cornice ad uno di questi ultimi  ho avuto una bella sorpresa. Sul retro della tela, che ritrae due donne e due bambini con i loro aquiloni, c’era nascosto un secondo disegno con una dedica a me del pittore (amico di famiglia).

A quel pezzo ero già molto affezionata e questa stranezza me l’ha reso ancora più caro. Mi ricorda il passato e perciò qualche tempo fa, dopo aver ritinteggiato le pareti, ho scelto di posizionarlo in ingresso, dove ogni giorno passo e vado. Ci scappa uno sguardo ma senza troppo indugiare.

L’altro quadro che mi sta a cuore è l’ultimo arrivato, regalo per un compleanno a conto tondo.

Il suo stile è fresco e ironico.  Si vede un bosco variegato dal quale spiccano colorati uccellini e un gatto. Anche in questo caso ho riflettuto prima di dargli una collocazione. Mi sono detta: “Questo  paesaggio rallegra e accende la fantasia. Perché non metterlo dove non mi diverto e ho tutto il tempo di gustarlo senza oziare?” E così eccolo sulla parete davanti all’asse da stiro.

Adesso, quando un ospite mostra interesse verso i miei quadri, dopo essere passati dall’ingresso lo accompagno dritto in lavanderia e lo faccio sorridere.


Scrivi un commento