Un rosso romagnolo che racconta la luce d’ottobre

romagna_valpiani_500

Ce le avete presenti certe giornate di luce – sì, di piena ma non sfacciata luce – che accadono nel primo autunno, quando ancora c’è nell’aria il ricordo di un’estate che non vuol saperne di andarsene e però non c’è più quella rabbia bruciante dei mesi assolati e già si respira, invece, un po’ di quell’aria frizzantina che accompagnerà la stagione più fredda? Ecco, a me quelle giornate piacciono, e mi ci ha fatto pensare un vino che ho avuto nel calice, il Romagna Sangiovese Superiore 2017 Marta Valpiani. Che non saprei descrivere altro che con quell’immagine luminosa dei giorni del primo autunno, con quel ricordo di bellezza radiosa, scevra dall’assolata arroganza estiva. Gioioso, sereno e rasserenante rosso romagnolo. Chiuso con la capsula a vite, e anche questa è una fonte di serenità.

Romagna Sangiovese Superiore 2017 Marta Valpiani
(89/100)


Scrivi un commento