Un po’ di gossip, tra barche a vela e Prosecco

ancilla_domini_400

È gossip? Sì, è gossip. Riguarda il vino? Sì, in qualche modo riguarda il vino, ed è il vino italiano che veleggia meglio in questo momento. In tutti i sensi. Perché il Prosecco – il vino è questo – va alla grande e perché la barca del Consorzio di tutela del Prosecco ha preso parte di nuovo alla Barcolana di Trieste e aveva un equipaggio di gente che fa vela e di gente che appartiene alla categoria dei vip (eccolo qui il gossip).
Orbene, in primis c’erano due timonieri d’eccezione come Mauro Pelaschier e sir Ben Ainslie, il velista più premiato al mondo. Poi l’imbarcazione, l’Ancella Domini Prosecco Doc, è di proprietà di Andrea Illy, ovviamente presente. In più a bordo c’erano il giornalista Beppe Severgnini, il sindaco di Milano Giuseppe Sala, il presidente di Assicurazioni Generali Gabriele Galateri di Genola, il presidente dell’Enit Evelina Christillin e l’assessore al turismo della Regione Veneto Federico Caner,  oltre al presidente e al direttore del Consorzio del Prosecco Stefano Zanette e Luca Giavi. Tutti (o quasi) in divisa d’ordinanza verde elettrico. Una volta approdati, nella centralissima piazza Unità c’è stato il brindisi, e si è visto il sindaco di Milano servire il primo calice alla presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Debora Serrachiani. Sembra o non sembra una cronaca da giornale di gossip?
“Bellissima gara – ha commentato Zanette -, la miglior regata da quando partecipiamo alla Barcolana, e ormai è il quinto anno. Anche se questa volta non abbiamo conquistato il podio, l’uscita in mare insieme a tanti amici vecchi e nuovi si è rivelata particolarmente ricca di emozioni. Ho notato una differenza rispetto alla nostra prima partecipazione. Nel 2012 eravamo l’unica barca con la scritta Prosecco, e qualcuno ci ha anche attaccato per questa scelta. Quest’anno i brand legati alla nostra denominazione erano diversi. Mi piace pensare che forse abbiamo fatto da nave rompighiaccio, favorendo l’ingresso di altre realtà del nostro settore in questa straordinaria manifestazione di carattere sempre più internazionale”.
Il Prosecco è anche questo.

In questo articolo

Scrivi un commento