Un Pinot Grigio da 200 milioni di bottiglie?

trebicchieri_240

Si va verso un Super Pinot Grigio doc sul modello del Super Prosecco? Un gigante da 200 milioni di bottiglie? Può essere. L’idea la si sentiva girare da qualche tempo, ma non era mai stata messa, come si suol dire, nero su bianco. A renderla di pubblico dominio è stato Gianluca Atzeni su TreBicchieri, il settimanale on line del Gambero Rosso.
Commentando con Atzeni la recente sentenza con la quale il Consiglio di Stato ha dato torto alla Provincia autonoma di Trento, che si opponeva alla nascita del doc Venezia, il direttore del Consorzio Vini Venezia, Carlo Favero, ha detto così: “Spero si riesca a ragionare tutti assieme all’idea di un Pinot Grigio non più sotto l’igt ma sotto un’unica doc. Penso che così si possa dare un contributo a risollevare le sorti di questo vino, oggi in sofferenza”.
Insomma, i veneziani sembrano porgere una mano ai trentini sconfitti immaginando una nuova, gigantesca doc che superi i confini regionali, mettendo a fattor comune Veneto, Friuli e Trentino. Al posto del Pinot Grigio dell’igt delle Venezie potrebbe dunque nascere – chissà – una Venezia Pinot Grigio doc capace di invadere i mercati, anche grazie all’appeal del nome di una delle più celebri città del mondo.
Se ha funzionato col Prosecco…


Scrivi un commento

1 comment

  1. Franco Ziliani (@vinoalvino) Rispondi

    che dire se non utilizzare l’aggettivo “allucinante” per questo progetto? Ancora più fasullo e privo di radici del Prosecco Doc, prodotto in terre dove la Glera non é mai esistita ed é stata piantata da pochi anni. Un uso spregiudicato e volgare del nome Venezia, del mito Venezia, per una wine commodity che di veneziano non ha nulla… Povero vino italiano…