Un Nerello Mascalese del 2004 (figlio del tempo)

monovitigno_300

Un vino che inizia senza fretta la sua fase evolutiva più terziaria, ma che non ha ancora abbandonato il suo carattere giovanile. Parlo dell’annata 2004 del Nerello Mascalese di Benanti. Leggero e complesso al naso, dove prevalgono i toni della cenere, l’asfalto, il liquore di mirtilli e le erbe, finendo sul rabarbaro. La parte meno convincente è data dal finale di bocca, fin troppo legante e tannico. Non so se il vino sia stato affinato in barrique, ma l’impressione che ricevo è quella, di un eccesso tannico da legno nuovo, abbastanza tipico di quel periodo. Forse oggi è un po’ diverso, mi piacerebbe vedere se lo stile è cambiato.

Sicilia Nerello Mascalese Il Monovitigno 2004 Benanti
(87/100)

In questo articolo

Scrivi un commento