Un Jurançon di grande classe

jurancon

Yvonne Hégoburu è tra i pionieri della biodinamica in Francia. Penalizzata dalle difficoltà commerciali incontrate dai vini dolci in questi ultimi anni, Jurançon resta una appellation incredibilmente sconosciuta. A torto. Sì, perché oltre a continuare a produrre alcuni dei vini dolci più buoni al mondo, è riuscita a trasformarsi in una denominazione in grado di sfornare vini secchi di grande carattere. Vi invito a provarli fintanto che i prezzi restano ragionevoli. E sono più che ragionevoli anche per i vini moelleux, molti si trovano a meno di 15 euro.

Questa selezione di petit manseng, la Cuvée Marie-Kattalin, deriva da una vendemmia concentrata in vigna grazie all’azione autunnale dei venti del sud. Vinificato e maturato in barriques, è un Jurançon di grande classe. Le note ossidative di cera d’api e frutta secca si intrecciano con quelle di frutta esotica più acidula, come il frutto della passione, tipiche della varietà. Dotato di una energia fenomenale, sembra in grado di sfidare il tempo. La bottiglia era aperta da 15 giorni.

Jurançon Cuvée Marie-Kattalin 2005 Domaine de Souch
(93/100)


Scrivi un commento