Un gioco di specchi

specchi

Non ci si può sottrarre al vento cosmico del cambiamento. Quello è insistente, spinge, spintona, ti rincorre finché non vai a sbattere contro lo specchio che è messo lì per te. E quando sei lì, spiaccicata e nuda, davanti alle tue fragilità vestite di paura, e sei pronta a fare il salto, esondi a fiotti come un fiume che non vede argini. E sei tu stesso specchio, delle fragilità altrui. Un gioco di specchi. Un gioco.


Scrivi un commento