Un Cava buono assai, Imperial Gran Reserva Gramona

gramona_300

Dedicato a chi continua a sostenere che il Cava non può essere all’altezza di un grande Champagne. Era da tempo che speravo di assaggiare un prodotto di questa cantina spagnola (o catalana?), Gramona. In questo caso si tratta di una composizione di xare-lo per il 50%, macabeu per il 40% e per finire un 10% di chardonnay.

La cantina ha abbracciato da tempo l’agricoltura biodinamica, e lavora con criteri nettamente più severi rispetto alle grandi case del Cava. L’Imperial è un brut dosato a circa 8 grammi, e la ricolmatura viene effettuata con un tocco della loro riserva: un vino proveniente da una solera vecchia più di 100 anni. Rimane sui lievi prima del dégorgement per 60 mesi.

Dirò subito che questo spumante mi è piaciuto assai. Mi ha sorpreso per la sua finezza, all’opposto delle note più evolute ed ossidate di molti Cava. Agrumi ed anice, assieme alla pesca, si segnalano al naso. Un pochino più sudista al palato, esce una nota più calda e di frutta secca, senza però intaccare il suo aplomb fatto di discrezione. Sono sicuro che non ha ancora detto la sua ultima parola, e che tra 3 o 4 anni sarà ancora in grande forma.

Cava Imperial Gran Reserva Brut 2010 Gramona
(92/100)

In questo articolo

Scrivi un commento