Ubriaca di stelle

intimità

Con il naso all’insù mi ubriaco di stelle. Sono tante, più di quante ne potessi immaginare. Sono un regalo dell’universo.

Una struggente intimità nasce e vive, tra me e il mio cielo. Ciò che era piccolo, nel tempo che non è, diviene grande. Lo spazio che pareva vuoto, si riempie di luce e dov’ è luce, il buio non può stare.

Sono grata.


Scrivi un commento