Quando una trattoria è casareccia e vintage, Dell’Omo

dell_omo_500

Perché, guardate, a Roma non ci sono mica solo La Pergola o Il Pagliaccio oppure, se si sta sulla tradizione, Armando al Pantheon o Cesare al Casaletto o cose così, insomma i posti dove c’è l’eccellenza assoluta nei rispettivi ambiti. Ci sono anche centinaia e centinaia di altri luoghi del cibo, il più delle volte magari banalissime mense acchiappaturisti, ma altre volte, invece, onesti locali dove non si fa serata, d’accordo, ma se si è lì per lavoro si può mangiare più che onestamente e senza svenarsi, a patto di non focalizzarsi sui formalismi, sull’etichetta, su quella che oggi viene chiamata la location.

Certo, ci sono zone dove non è facilissimo mangiare un buon boccone in una trattoria romana di quelle vere, e attorno alla stazione Termini l’impresa diventa veramente ardua. Sappiate tuttavia che in via Vicenza, che è un vicolo che fa da traversa a via Marsala, la quale a sua volta è la strada che sta a un lato da Termini, alla sua destra uscendo di stazione, si apre l’uscio minuscolo e ben poco appariscente della trattoria Dell’Omo. Aggiungo che se vedete quest’ingresso così spoglio e se sbirciate l’interno, che sembra un corridoio o un lungo bugigattolo con dei banalissimi, stretti tavolini dalla tovaglia bianca, la voglia di entrare non è che vi assalga irrefrenabile, però invece vale la pena, se volete un piatto di solida tradizione e magari siete sfiniti da un lungo viaggio in treno o vi accingete a compierlo.

La conferma dell’informalità del posto ce l’avete dal fatto che vi daranno subito del tu. Se non c’è ressa, vi faranno accomodare nella saletta interna, più raccolta. Ovunque oggetti e mobili che vorrei definire vintage.

La cucina? Quella romana che si usa dire casareccia, e dunque le paste alla carbonara, al cacio e pepe, all’amatriciana, la trippa, la coda, i carciofi, roba del genere. Consiglio gli onnipresenti, sostanziosi peperoni ripieni di vitella, che potrebbero anche fare da piatto unico.

Non so dirvi del vino, io ci sono stato due volte ed entrambe le volte ho bevuto l’acqua leggermente frizzante, che portano in bottiglia da litro.

Trattoria Dell’Omo – via Vicenza, 18 – Roma – tel. 06 490411


Scrivi un commento