The Internet Gourmet, i 10 post più letti in febbraio

calici_bicchieri_vetrina_500

“Le goût des pesticides dans le vin”, il controverso libro di Jérôme Douzelet e Gilles-Eric Séralini, è l’oggetto dell’articolo più letto su The Internet Gourmet nel mese di febbraio. Gli autori sono convinti che i residui dei prodotti chimici impiegati nella viticoltura convenzionale influiscano anche sulla percezione organolettica di un vino. Ovvio che i dubbi sono molti.

È invece ispirato a Ivano Fossati il titolo del secondo pezzo della classifica delle cose più lette, “Come cambia le cose la luce del Lugana”, dove si dice dei nuovi arrivi in terra luganista, sull’onda del successo del bianco gardesano che solo una quindicina d’anni fa aveva invece ben poco mercato.

Poi l’Amarone.

Di seguito la top 10 degli articoli più letti in febbraio qui su The Internet Gourmet:

  1. Come riconoscere il gusto dei pesticidi nel vino
  2. Come cambia le cose la luce del Lugana
  3. Se l’Amarone somiglia al Valpolicella Superiore
  4. I cinque insegnamenti dell’Amarone 2014
  5. Raffaele Moccia e il suo Sabbia Vulcanica 2017
  6. Ebbene sì, Bertani ha fatto l’Amarone 2014
  7. Una nuova rubrica, si chiama Screwcap Wines
  8. Basta un poco di zucchero, che male c’è?
  9. Ecco come si comunica il rosé
  10. Come ti difendo la reputazione del vino.

Buona rilettura, per chi vuole rileggere.

 


Scrivi un commento