Testimone

elisa_testimone_300

Cara amica, perché non vuoi farti aiutare?
Ne hai bisogno, lo so, e lo sai anche tu.
Ho un sacco di idee che potrebbero farti star meglio.
Parole, gesti, cose materiali, ma tu non le accetti, né da me né da altri.
Vuoi farcela da sola, e basta.
Sei tutta chiusa nel tuo guscio, intenta a sfidare te stessa.
Un duello in cui non sono previste controfigure, ma solo testimoni.
Testimoni impotenti e frustrati, come me.
Prendo atto, cerco di capire e accettare.
“Fatti i fatti tuoi”, penso. Ma se vuoi bene a una persona, è fatica.
E mentre son lì che faccio questo pensiero, e rimugino sui tanti modi che l’essere umano ha di affrontare un problema, un’altra amica mi chiama.
Ha bisogno di un piacere.
Me lo chiede diretta, con la sfacciataggine della confidenza e dall’urgenza.
Ah, adesso sì, così mi piace.


Scrivi un commento

2 comments

  1. ambra Rispondi

    insisti Elisa, a volte anche avere conferme è una necessità

  2. Loretta Rispondi

    cara Elisa ,questa tua amica cosi chiusa nel suo guscio ,che si batte per farcela da sola ,cosi generosa ,altruista con gli altri ,credo di conoscerla anchio