Sou, un grande bianco dal nord del Portogallo

sou_500

All’interno della denominazione di origine portoghese del Vinho Verde si distinguono alcune sottozone storiche. Quella di Monção and Melgaço è nell’estremo nordest dell’area di produzione (anzi, Melgaço è il comune più settentrionale dell’intero Portogallo) e qui l’influenza atlantica si avverte meno e dunque il clima è rigido d’inverno e torrido d’estate, e anche fra giorno e notte, in estate, c’è notevole escursione termica. Nell’area, la viticoltura si è sviluppata sulle colline attorno al fiume Minho e la star è la varietà bianca dell’Alvarinho. Tutto questo per dire che il Sou della Quinta de Santiago e Mira do Ó, un Alvarinho in purezza, è perfettamente descrittivo del terroir di Monção e Melgaço e infatti ha il suo spettacolare punto di forza in una tensione avvincente e dinamica, che viene incessantemente sospinta da un’acidità in nettissimo rilievo. Un bianco dalla personalità impressionante, rocciosa, selvaggia, freschissima e accesa. Un vino serio eppure anche di gradissima beva.

On line si trova intorno ai 35 euro. Lo potete bere subito, come ho fatto io, che non ho resistito, ma penso che possa dare soddisfazione anche più in là negli anni, quando il suo carattere minerale sarà probabilmente ancora più marcato. In ogni caso, un grande vino bianco.

Vinho Verde Monção e Melgaço Alvarinho Sou 2018 Quinta de Santiago e Mira do Ó
(93/100)

In questo articolo

Scrivi un commento