Sono ingorda, lo so

orzotto

Solitamente funziona così: mi siedo a tavola, guardo cosa propone il menu e ordino. Stasera, però, nel ristorantino – ino soltanto per le dimensioni – Il Giardino delle Esperidi, la scelta non è semplice. I contrasti, gli abbinamenti, i cibi insoliti e particolari, mi fanno indugiare. Chiedo consiglio a chi già c’è stato, ma non riesco ancora a ordinare. Scegliere una cosa significa escluderne un’altra mentre vorrei poter assaggiare tutto. Sono ingorda, lo so. Non sono neanche di quelli che decidono di prendere piatti diversi per assaggiare un po’ di tutto, perché a me, il mio piatto, piace godermelo da sola. Alla fine opto per il coniglio alla liquirizia e l’orzotto con quaglia e caffè. Ottima scelta, gustata fino all’ultimo boccone. L’antipasto è arrivato a sorpresa e pure quello è stato graditissimo. Un bocconcino di lavarello che si scioglieva in bocca, in equilibrio con la sua pelle croccante, accompagnato da tenerissimi bruscandoli. Bottiglie di vino da varie regioni d’Italia hanno accompagnato tutti i piatti. Una piacevole novità che ha dato il via alla cena è il Chiaretto metodo classico della Cantina Castelnuovo del Garda.
Il Giardino delle Esperidi – via Mameli, 1 – Bardolino (Verona) – tel. 045 6210477


Scrivi un commento