Screwcap Wines, il Sangiovese di Marta Valpiani

sangiovese_valpiani_500

Era difficile pensare a un vino che non fosse di Elisa Mazzavillani (a dire il vero in etichetta c’è il nome di Marta Valpiani) per cominciare la nuova rubrica sugli screwcap wines, i vini chiusi col tappo a vite. Perché lei è tra i vignaioli italiani che più ci credono, e non perde occasione per sottolinearlo sui social network.

Così sul sito di Doyouwine ho acquistato il suo Romagna Sangiovese Superiore (prima il territorio, poi il vitigno, poi la menzione) del 2015 con l’intenzione di assaggiarlo per scriverne. Solo che non ci sono proprio riuscito ad assaggiarlo. Ad assaggiarlo e basta, intendo, perché questo rosso romagnolo ha una beva irresistibile e insomma tra pranzo e cena la bottiglia l’ho finita, che credo sia il miglior indice del successo di un vino, non vi pare?

Avete presente quando prendete un frutto maturo, lo schiacciate tra i denti e – plaf! – vi sentite il succo esplodere in bocca? Ecco, questo vino è fatto proprio così. Poi potrei contarvi di aromi fruttati e di spezie e di tracce officinali, ma sarebbero orpelli che non servono. Tanto avete già capito il genere, ed è assolutamente un bel genere. Irresistibile, a 10 euro in enoteca.

Chiuso col tappo a vite, ovviamente. Sennò non sarebbe su questa rubrica.

Romagna Sangiovese Superiore 2015 Marta Valpiani
(88/100)


Scrivi un commento

1 comment

  1. Alberto Rispondi

    Più che un v ino, una bandiera ormai, per lo screwcap. Avrei fatto la stessa scelta 🙂