Ho scoperto che il Saint Laurent mi piace parecchio

reinisch_500

Non conoscevo il saint laurent, inteso come vitigno. Non si può mica conoscere tutto, e io confesso che quest’uva non l’avevo mai sentita nominare. Ovviamente non avevo neanche mai bevuto un vino che ne fosse tratto. L’occasione mi si è presentata nel corso di un webinar sui vini austriaci magistralmente condotto da Eros Teboni per conto di Austrian Wine, il Consorzio dei vini austriaci. In futuro conto di soffermarmici ancora, su questa degustazione, ma stavolta voglio parlare del saint laurent, varietà semisconosciuta – proviene dal pinot nero, ma di più non so – e poco coltivata, stante che in tutta l’Austria ne esistono poco più di settecentotrenta ettari (è appena l’1,6% di tutto il vigneto austriaco). Sono dunque grato a Eros di aver voluto inserire tra i vini del seminario anche il St. Laurent Ried Frauenfeld 2017 della cantina Johanneshof Reinisch, un vino della Thermenregion, la regione termale dell’Austria.

Appena messo il naso sui profumi, con tutta quella fragola l’avrei effettivamente scambiato per un pinot nero, ma a confondere le idee ecco avanzare, subito, anche una quantità consistente di amarena e un fiotto di succo di mirtillo. In bocca è ancora più spiazzante, con quell’acidità graffiante che innerva un fruttino rosso croccante, a sua volta intinto nella marmellata di fragole, e siamo tornati al punto di partenza. Anzi, no, c’è anche un tannino che sembra salato. Il fatto è che questo valzer (mah, forse è più una polka, per via del ritmo) tra i profumi fruttati e le vene acide dura un bel po’, perché al palato c’è – come dire – una persistenza dinamica (e un’indole piuttosto rustica, che di certo non guasta).

Io l’ho trovato un vino di accesa personalità, probabilmente destinato a crescere ancora con qualche anno di bottiglia (non troppi). Eros ha detto che più avanti uscirà molto probabilmente anche un sentore di cuoio. Interessante. Spero dunque di poterne assaggiare degli altri di vini fatti col saint laurent, e magari anche di più affinati, ma questo è stato un bell’esordio.

Thermenregion St. Laurent Ried Frauenfeld 2017 Johanneshof Reinisch
(90/100)

In questo articolo

Scrivi un commento