Sappiatelo, adesso è Negrar di Valpolicella

stemma_negrar_400

I disciplinari del Valpolicella e dell’Amarone dicono che la zona di produzione delle uve per i vini della denominazione “designabili con la menzione Classico comprende i Comuni di Negrar, Marano, Fumane, Sant’Ambrogio, S. Pietro in Cariano”. Ecco, adesso non è più vero. Mica perché sia cambiata la zona. Il motivo è un altro. Ieri a Negrar c’è stato un referendum consultivo regionale e i cittadini hanno deciso che il nuovo nome del comune è Negrar di Valpolicella, non più solo Negrar.

A votare, come riferisce Camilla Madinelli sul quotidiano veronese L’Arena, sono stati in 2.060 su 13.949 aventi diritto, “cioè solo il 14,77 per cento”. La variazione del nome con l’aggiunta della specificazione “di Valpolicella” è stata “votata favorevolmente da 1.726 elettori negraresi con un un netto stacco dai 322 che avrebbero preferito ancora Negrar e basta”. Ma anche se sono andati a votare in pochi il referendum è valido, non era previsto alcun quorum.

Dunque, sappiatelo: Giuseppe Quintarelli, Viviani, Villa Spinosa e tanti altri celebri amaronisti non fanno più vino a Negrar, bensì a Negrar di Valpolicella.


Scrivi un commento