Dove ricomincerà a cucinare Alba Esteve Ruiz?

alba_esteve_ruiz_400

Considero Alba Esteve Ruiz un genietto della cucina. Ho avuto modo varie volte di apprezzare il suo stile al Marzapane di Roma. Ero e resto entusiasta, oltre che della sua celebre carbonara, anche e soprattutto del suo indimenticabile risotto con le alici, che per me ha sempre rasentato la poesia, se si può parlare di poesia quando si ha a che fare con una ricetta.

Solo che adesso al Marzapane non c’è più. Se n’è andata, ed ha ufficializzato l’uscita di scena con una dicharazione all’agenzia Ansa.

“Marzapane – ha detto – è stato per me un luogo che ha rappresentato per molti aspetti una sfida, una gioia, un punto d’incontro, un palcoscenico. Ma torno da poco da uno stage in Spagna, nelle cucine del ristorante Disfrutar, due stelle Michelin. Questa esperienza mi ha dato il motore per sognare nuovi orizzonti in cucina, pensare a nuove forme di sperimentazione e, perché no, di ritorno profondo alle tradizioni. Questo cambiamento mi rende entusiasta. Saluto Marzapane con la consapevolezza del grande lavoro che abbiamo realizzato, ma anche con la voglia e la curiosità di guardare verso il futuro”.

Quali siano le nuove prospettive professionali di Alba Esteve Ruiz non è dato al momento sapere. Non è che se ne scappa in Spagna, vero? Mi dispiacerebbe un sacco non poterne gustare di nuovo la cucina. Aspetto, e spero ovviamente.

Non ancora trentenne, di origine spagnola, Alba Esteve Ruiz è arrivata a Roma nel 2009. La sua cucina ha portato con sé i profumi e i sapori della Spagna fondendoli con le suggestioni gastronomiche dell’Italia in una cucina di grande personalità.


Scrivi un commento