Questa per me è una birra che appartiene al mito

abt_12_300

Adesso che arriva la stagione fresca comincia il mio periodo della St. Bernardus Abt 12. Mi piace, quando viene frescolino. La apro quand’è appena fresca di cantina. Non si beve fredda, per me, questa scura birra d’abbazia. E mastico – già, mastico – con piacere assoluto la sua avvolgente compessità di caffè, cioccolato, caramello, mirtillo essiccato, prugne disidratate, buccia d’arancia amara, liquirizia, dolcetti tedeschi di Natale, cannella, vaniglia, e via, e via. Insomma, gusto la sua complessità infinita, e mi faccio condurre per mano dalla sua amabilità mielosa corretta dalla vena amaricante e dalla sua trama morbidissima. Lentamente, un sorso alla volta. Se poi trovo da intervallarci un biscotto al cacao…
St. Bernardus Abt 12 Brouwerij St. Bernard
(98/100)

In questo articolo

Scrivi un commento