Prosecchino, finiamola di cianciare per nulla

prosecco_spumante_400

Non voglio fare il difensore d’ufficio del Prosecco. Il Prosecco non ha bisogno di alcun difensore d’ufficio. Però non ne posso più di leggere sciocchezze a proposito di questo vino.

D’accordo, a certi il Prosecco può piacere e a certi altri può anche fare schifo. I gusti sono gusti. Ma mi fa incavolare quando vedo che c’è chi, per sminuire il Prosecco, si ostina a sostenere che in giro nei bar c’è il “prosecchino” alla spina. Non è così raro leggere cose del genere. Però il disciplinare del Prosecco doc (e a maggior ragione quello dei docg) non consente il confezionamento in fusti. Sono obbligatorie le bottiglie di vetro. Dunque, nei bar non può esserci alcun Prosecco alla spina.

Se dunque qualche leone da tastiera incrociasse qualche bar che vende del vino frizzante alla spina spacciandolo per Prosecco – o “prosecchino” che dir si voglia -, invece di scrivere un post denigratorio su qualche social network, faccia una cosa più seria: usi il proprio smartphone per chiamare la Repressione frodi. Perché quella è frode in commercio e va sanzionata, a tutela dei consumatori prima ancora che dei produttori. E non mi si venga a dire che “spetta al Consorzio”. Tutelare se stessi spetta a tutti e chi commette frodi fa del male a tutti.


Scrivi un commento

4 comments

  1. Lanegano Rispondi

    Ha assolutamente ragione però, purtroppo, è vero anche che in circolazione ci sono numerosi Prosecco veramente fatti male e dozzinali.

  2. Iseo Rispondi

    Non è il prosecco ma L’ ignoranza del cliente e di chi lo propone.
    Entri in un bar, chiedi un prosecco e ti danno qualsiasi cosa frizzante.
    Nessun vino andrebbe spacciato al bar, ma servito solo da competenti e appassionati in ambienti rilassati adatti ad ascoltare ………….

  3. Luigi bagassi Rispondi

    Hai pienamente ragione. Però se i produttori, quelli seri quelli che fanno il vino con la propria uva, sono i primi a fare una Glera colfondo declassando il loro prosecco capisci che al bar per lo stesso principio la glera in fusto diventa prosecco!
    Io difendo il prosecco ma spesso i produttori sono indifenibili (declasso perchè cosa me ne frega la gente deve fidarsi di me….)

    1. Angelo Peretti

      Angelo Peretti Rispondi

      Considerazione molto interessante: ci devo riflettere. Grazie!