Pico dei Laorenti 1998, domina il suolo vulcanico

maule_240

Angiolino Maule è un vignaiolo che non ha certo bisogno di presentazioni. Questo magnum di Pico de Laorenti del 1998 è stata assaggiato con poco meno di venti anni di bottiglia. La mineralità del suolo vulcanico di Gambellara è il tratto dominante, accanto a spezie fini a fare da sottofondo a un frutto molto definito. La sua grandezza si conferma, anzi si amplifica al palato, complesso, piacevole e dinamico, con la beva che appartiene ai migliori vini “naturali”. O forse è meglio chiamarli vini e basta.

Pico de Laorenti 1998 La Biancara Angiolino Maule
(94/100)

In questo articolo

Scrivi un commento