Pane fritto e gratitudine

pane fritto

Un giorno, grazie a Facebook, conosco Daniela. Un giorno, grazie a Daniela, scopro che esiste la friggitrice ad aria ed entro in un gruppo di appassionati fruitori. Un giorno, grazie ai post del gruppo, scopro che il pane ormai secco spruzzato con olio e aromatizzato – io uso spesso l’origano –  riprende vita in cinque minuti ed è di una bontà incredibile. Diventa lo stuzzichino per eccellenza al rientro da lavoro. Le tartarughe e le pagnottine leggere si prestano meglio del pane toscano o pugliese, che sono più compatti perciò meno fragranti. Ho sempre un motivo per essere grata e qui ce n’è più di uno. Evviva!


Scrivi un commento