Non dovrei più stupirmi del Lagrein di Josephus Mayr

mayr_400

Considero il Lagrein di Josephus Mayr emblematico, sia nella sua più conosciuta versione scura, sia in quella rosata, kretzer, che tra l’altro rivela il meglio di sé solo dopo alcuni anni di cantina. Questa riserva del 2006 ha un colore scurissimo e un naso che è una macedonia di frutta. Poi arriva la classica nota fumé che si interseca col mirtillo infuso. Per continuare vi potrei dire che ci sento la menta e la terra. Al palato è ancora molto giovane. Merito della grande freschezza che lo tiene vivo e lo conserverà tale ancora a lungo. Tannino abbondante e un pelo secco in finale. Vino che ha bisogno ancora di tempo, leggerissima volatile che esalta la parte aromatica. Dopo qualche giorno ci sento la terra, quasi il fango, e la liquirizia. Sorprendente di giovinezza, ma ormai non dovrei più stupirmi dei vini di Mayr.

Alto Adige Lagrein Riserva 2006 Erbhof Unterganzner Josephus Mayr
(92/100)

In questo articolo

Scrivi un commento