Nasce il presidio Slow Food del Lambic belga

lambic_cantillon_300

In qualche modo la data è di quelle che resteranno negli annali, quanto meno del mondo brassicolo: sabato 26 novembre il Lambic tradizionale del Belgio diventa presidio di Slow Food. L’annuncio verrà dato a Bruxelles, durante la terza edizione di “Vini Birre Ribelli”. Lo leggo sul sito dell’evento belga. “In occasione di Vini, Birre, Ribelli – sta scritto -, l’associazione internazionale Slow Food proclamerà il Lambic come quarto presidio belga”.
Il sito spiega che ad annunciare il presidio saranno presenti Piero Sardo, presidente della Fondazione Slow Food per la Biodiversità, Philippe Close, assessore delle finanze, del personale e del turismo della città di Bruxelles, Lorenzo Kuaska Dabove, ambasciatore di Vini, Birre, Ribelli 2016 per la birra, Jean Van Roy, Mastro birraio della brasserie Cantillon, Pierre Tilkin, mastro birraio della gueuzerie Tilkin, Marta Messa, della Condotta Slow Food Metropolitan Brussels e Patrick Böttcher, organizzatore di Vini, Birre, Ribelli.

In questo articolo

Scrivi un commento