Miele e caffè

miele e caffè

In un viavai di mani che ti vogliono toccare e sguardi che ti spogliano, la tua delicatezza è emersa come un fior di loto. Inaspettata la tua riservatezza. Ho riso. Abbiamo riso. Tanto. Tantissimo. E non ci aspettavamo neanche questo. E la mattina hai raggiunto in punta di piedi la cucina, per non svegliarmi, ancora addormentata sul divano. Hai messo su il caffè. Per me. E il fior di loto si è aperto manifestando anima e amore. Ci avevi messo il cuore. Ed io c’ho aggiunto il mio.


Scrivi un commento