Metti una casetta affacciata verso il mare o l’oceano

don_nuno_lustau_500

Su questo The Internet Gourmet capita abbastanza spesso che scriviamo di Sherry, che è una denominazione storica, complessa e affascinante della Spagna, magari caduta un po’ in oblio e comunque mai affermatasi del tutto qui in Italia, che fa vini che richiedono al bevitore un’attenzione più marcata, la quale tuttavia viene abbondantemente premiata.

A chi volesse avvicinarsi al fascinoso universo dei vini ossidativi secchi di questo territorio, consiglio una bottiglia che ho stappato di recente, e che mi sono goduto, sorso a sorso, per vari giorni, perché lo Sherry ha “anche” questo di buono, che lo ritappi e lo ribevi quando vuoi. Il vino è l’Oloroso Don Nuño della Emilio Lustau, nome storico dell’area, che visitai parecchi anni e fa e di cui ammetto di avere un po’ di nostalgia.

Bene, per descriverlo ho bisogno di ricorrere a un’immagine. Una casetta affacciata sul mare o forse sull’oceano. Stanze vetuste, muri scrostati dalla salsedine, mobili antichi nei quale riporre una camicia, un odore salmastro che arriva a sferzate, portato dal vento insieme agli aromi balsamici della vegetazione. Ecco, questo vino è così, e ha poi un ricordo delle acidità del cioccolato e quell’accenno tannico (ma non la dolcezza) della castagna arrostita sulla brace e della noce appena raccolta.

L’etichetta dice di servirlo intorno ai tredici gradi, io lo preferisco alla temperatura di un rosso invecchiato, e dunque un po’ maggiore. Sta coi salumi piccanti, coi crostini di pomodoro, cappero e origano, con un piatto di alici salate, coi fritti, con gli arrosti di selvaggina, con le verdure stufate. Con una manciata di frutta secca, con le mandorle salate. Io l’ho messo accanto a una torta salata di biete e prosciutto. Inconsueto e spettacolare.

Lo trovate on line sul sito di Italvinus, filiale italiana di un portale spagnolo, al prezzo di 21,15 euro a bottiglie, e sono soldi spesi terribilmente bene.

Sherry Oloroso Don Nuño Lustau
(94/100)

In questo articolo

Scrivi un commento