Le ostriche da Caravatti, a Mantova

caravatti_240

Una delle (tante) cose che adoro di Mantova sono i portici. Anche se piove, puoi camminare intorno e vedere le vetrine ed entrare nelle botteghe, fra case antiche e chiese e bei palazzi. Fantastico. Se poi a Mantova ci vai nei canonici mesi con la erre e sei appassionato di ostriche, allora è d’obbligo una sosta da Caravatti, sotto i portici che s’affacciano sulla bellissima piazza delle Erbe. Ché lì quand’è stagione giusta le ostriche ce le hanno sempre, e ci sono anche i vini perfetti per abbinarci le ostriche: il Muscadet, per esempio, e di quello di valore.
In verità, i mantovani e i visitatori di Mantova da Caravatti, caffè con pasticceria nato nel 1865, ci vanno soprattutto per bere come aperitivo quello che semplicemente vien definito, appunto, il Caravatti, che se mi posso permettere mi è parso una sorta di leggero e piacevole Americano ante litteram, servito, pare sin dai primi del Novecento, dalla ricetta però misteriosa.
I golosi invece sappiano che il bancone interno su cui sono in esposizione le paste è una tentazione cui è davvero difficile resistere.
Bel posto, ed eccellente, cortese servizio.
Premiata Pasticceria Caravatti – Portici Broletto, 16 – Mantova – tel. 0376 327826

In questo articolo

Rispondi a paolo mosca cancella risposta

2 comments

  1. paolo mosca Rispondi

    e le schiacciatine e i grissini del forno morelli a bagnolo san vito……miamal

    1. #angeloperetti

      #angeloperetti Rispondi

      Vero, Paolo. Delle schiacciatine del forno Morelli ho già parlato in passato. Buonissime.