L’automobile corpo

fragole

La Bottega di Antonio è il mio negozio preferito, qui faccio acquisti senza freni e inibizioni. Qui gli ortaggi sono veri, maturano al sole e profumano di campagna. Cambiano le stagioni e cambia anche l’offerta di Antonio. Qui ho scoperto diverse cose a me sconosciute, come l’aglio nero fermentato, che a dire il vero non ho ancora assaggiato, e le carote di vari colori, così come i cavoli, ma anche tante varietà di pomodori da insalata e da salsa, come i marinda, che mi hanno mandato in estasi ma che non ho più trovato dopo essermi conquistata la prima cassetta della conoscenza. Mi piace scrivere di questi negozi poiché c’è vita, oltre alle tre vaschette in croce del supermercato. È strabiliante l’immensa pigrizia che investiamo per nutrire il nostro corpo, il nostro tempio sacro, il veicolo che porta in giro il nostro spirito. È avvilente contare il numero di auto in fila all’autolavaggio e constatare che l’automobile macchina appare più meritevole di attenzioni dell’automobile corpo. Mangiare bene non è uno sfizio ma una necessità alla quale dovremo dedicarci con amore.


Scrivi un commento