L’asciutta eleganza del Grüner Veltliner della Wachau

pichler_gv_500

La Wachau è una valle austriaca ed è anche la denominazione vinicola di quello stesso lembo di terra traversato dal Danubio, a metà strada tra Vienna e Linz, nella Niederösterreich, la Bassa Austria. Quando, una quindicina di anni fa, un gruppo di produttori di Lugana mi chiese in che direzione potessero guardare per trovare una nuova strada per il loro vini, indicai senza esitazione proprio la Wachau, perché i vignaioli di quelle parti stavano compiendo una vera e propria rivoluzione che portava verso vini insieme potenti ed eleganti, connotati da una sferzata di acidità che sfociava, col tempo, verso quei sentori che si cominciavano a definire come minerali.

In particolare, della Wachau mi piacciono i Grüner Veltliner. Non che i Riesling di quella zona non siano interessanti, ma quando si tratta di Riesling la mia predilezione va alle interpretazioni che se ne offrono in Mosella o in altri territori vocati della Germania e soprattutto mi piacciono quando fondono in maniera ineguagliabile bassa gradazione, zuccheri, acidità e note d’odrocarburo, il che non rappresenta lo stile più possente della Wachau o dell’Alsazia o, qui da noi, dell’Alto Adige. Credo che invece il Grüner Veltliner, quand’è ben fatto, sia uno dei vini bianchi più eleganti che si possano incontrare, con quelle sue vene di clorofilla e di fiori bianchi e di frutta ancora acerba e già nitida e quella sua indole secchissima che gli dà temperamento e personalità e quella vena tattile quasi gessosa.

Di Grüner Veltliner della Wachau ne ho avuto nel calice uno di recente, ed era buonissimo. Si trattava del Federspiel 2019 di Rudi Pichler, dove per Federspiel si deve intendere la categoria di mezzo – generalmente la mia preferita – dei bianchi della Wachau, tra i vini base (gli Steinfeder) e le vendemmie più tarde (gli Smaragd, normalmente piuttosto strutturati).

Insomma, in questo bianco austriaco ci ho trovato netta, sin da subito, l’indole del Grüner Veltliner e la sua asciuttissima essenza. Molto, molto buono.

(In Austria questo vino lo trovate in vendita on line intorno ai 17 euro, ed è un ottimo acquisto. Io l’ho bevuto alla Taverna Kus di San Zeno di Montagna, che ce l’ha in carta.)

Wachau Grüner Veltliner Federspiel 2019 Rudi Pichler
(92/100)

In questo articolo

Scrivi un commento