La frutta del Tinta Barroca del Douro

muxagat_barroca_300

Siamo in Portogallo, nella valle del Douro, in una zona piuttosto all’interno della valle stessa. Vengono lavorate varietà locali, come la tinta barroca, su suoli prevalentemente di scisto. Coltivazione della vite in agricoltura biodinamica, vinificazione senza lieviti aggiunti e poca solforosa.

Il Tinta Barroca 2013 di Muxagat ha tanta frutta al naso: anguria, mirtillo, ciliegia. Quasi troppa forse, l’impressione è che si sia lavorato a bassa temperatura per estrarre tutti questi aromi, banalizzando però in un certo senso l’ottima materia prima. Al palato la frutta è più scura, appaiono note minerali, si concede con grande lentezza.

Forse ha bisogno di tempo per liberarsi dalla patina che lo avvolge, vorrei risentirlo tra dieci anni.

Douro Tinta Barroca 2013 Muxagat
(88/100)


Scrivi un commento