La Forest 1988, potete ancora aspettarla, non c’è fretta

forest_300

La Forest è da sempre il vino che più conosco di Dauvissat e che è il suo più emblematico assieme a Le Clos. Con questo 1988 siamo di fronte a un esempio di vino morbido, senza grande acidità, ma ancora vivido e presente. Solare e rotondo, ha nel finale la parte più dinamica, la sottile acidità si fonde con un bel ritorno amarognolo di grande carattere. Finale di miele e curry. Se avete la fortuna di averne qualche bottiglia potete berla o aspettare, non c’è fretta.

Chablis 1er Cru La Forest 1988 Vincent Dauvissat
(96/100)

In questo articolo

Scrivi un commento